Imparare l’italiano sul posto di lavoro

volantino italiano PICCon il sostegno dell'Ufficio del Delegato cantonale per l'integrazione degli stranieri

Edilizia – Ristorazione – Logistica – Sociosanitario - Pulizie

Il progetto intende perseguire e promuovere in modo mirato l'integrazione dei migranti residenti in Ticino con un modello che ha come punto fondante la connessione fra il momento della formazione linguistica offerta agli immigrati e la sua dislocazione negli ambienti lavorativi nei quali essi sono (o saranno) impiegati.

La realizzazione di un tale modello d'intervento si sviluppa sulla base dell'esperienza e dell'ampia offerta formativa di ENAIP Svizzera e del Centro di formazione professionale OCST, la cui rete di contatti permette di raggiungere molti lavoratori stranieri attivi nei diversi contesti professionali individuati.

L'obiettivo principale è favorire la sinergia fra l'integrazione linguistica - fondamentale per fare acquisire autonomia, consapevolezza e partecipazione alla cittadinanza nel nuovo contesto di vita - e la formazione specifica sulle tecniche di lavoro (l'organizzazione lavorativa, l'uso ottimale degli strumenti di lavoro, ecc.) e sulla sicurezza (presentazione delle procedure per la riduzione degli incidenti, comprensione della cartellonistica e delle indicazioni presenti sui luoghi di lavoro, ecc...).

L'impostazione metodologica e didattica sarà orientata all'apprendimento della lingua attraverso tecniche di simulazione e di decodifica di testi utilizzati nella pratica degli ambienti di lavoro, utilizzando anche un modello d'insegnamento come il FIDE, che permette di contestualizzare lo studio delle strutture linguistiche nei luoghi di vita quotidiana dei partecipanti. L’Ufficio federale della migrazione (UFM) sta sviluppando svariati progetti nell’ambito di fide al fine di rispondere ai bisogni degli attori nell’ambito dell’integrazione, da un lato, e ai bisogni della promozione linguistica, dall’altro.

L’incoraggiamento dell’apprendimento linguistico riveste un ruolo essenziale nel processo di integrazione delle migranti e dei migranti in Svizzera.

Si tratta di offrire al lavoratore migrante la possibilità di approfondire la conoscenza della lingua italiana nell‘ambito della propria attività lavorativa. I contenuti del corso sono conformi ai diversi settori professionali e adeguati alle conoscenze linguistiche dei partecipanti.

I corsi sono previsti su tre livelli PEL:
A1, A2, B1

Date, orari e sedi

Italiano A1
Locarno

08.11.16 17.01.17

Mar/Ven

9:00 12:00

Italiano A1, Lugano

27.10.16

19.01.17

Lun/Gio

14:00

17:00

Italiano A2/B1, Lugano

08.11.16 17.01.16 Mar/Ven 18:00 21:00

Frequenza: 2 lezioni settimanali di 3 ore
Moduli di 48 ore, min. 8 partecipanti
Quota di partecipazione: Fr. 288.00/modulo

Info e iscrizioni: 091 921 26 00