Le fasi di transizioni

logo rubricaEsiste molta letteratura sulla questione “Lavoro”, “Perdita del lavoro”, “Reinserimento nel mondo nel lavoro, ecc., interessante quanto scrive Pier Paolo Sposato nel suo lavoro pubblicato per i tipi di Franco Angeli nel 2011 “Come reinserirsi nel mercato del lavoro”. L’autore ha ben evidenziato le fasi di transizioni di una persona che perde il posto di lavoro e che deve trovare la strada per reinserirsi.

 

La perdita del posto di lavoro è una transizione nella quale si possono distinguere tre fasi. Nella prima fase si prende atto che qualcosa è finito e il sentimento predominante è quello della perdita (amicizie, identità personale). Spesso, a fronte di cambiamenti significativi, le resistenze che le persone mettono in atto nel tentativo di evitare la perdita costituiscono il maggiore dei problemi. A questa prima fase segue la fase dell’incertezza, le cose non sono più come prima, e il futuro risulta con molte ombre e difficile da immaginare. In questa fase spesso le persone sono spinte a trovare rapide soluzioni con scarso risultato, scoprono di essere in difficoltà a stabilire le priorità e vivono una sensazione di confusione e insicurezza. Ma poi, con l’aiuto del progetto Mosaico, si entra nella fase del nuovo inizio, dove si comincia a capire più chiaramente dove si vuole andare e si comprende che ci possono essere nuove cose da imparare e capacità da sviluppare.