Cambiare punto di vista

logo rubricadi Lorenza Tarantino

- Vi propongo una girata di carte… - dice la consulente alla fine del nostro ultimo incontro.

Scopro la mia: “il Noce, simbolo di Lucidità - Cambiare punto di vista”; come si suol dire, “nulla accade per caso” e cambiare il punto di vista sulla mia vita e su come la affronto è quello a cui miro dopo aver partecipato al progetto Mosaico.

Ma partiamo dall’inizio…

Sono Lorenza e sono una tra i “non più dipendenti” della Piaggio Vespa BV di Bioggio: a febbraio di quest’anno abbiamo ricevuto la lettera di licenziamento per chiusura della nostra filiale; l’azienda quindi, in collaborazione con l’OCST, ci ha proposto di partecipare al percorso di accompagnamento professionale Mosaico. Le reazioni tra di noi sono state molteplici: sorpresa, diffidenza, paura… Io, dopo aver riflettuto sulla situazione, ho deciso fidarmi dei consulenti a nostra disposizione, cosa a me abbastanza difficile, ma ho notato una professionalità che mi ha molto colpita. Abbiamo seguito il percorso a piccoli gruppi e io ho avuto la possibilità e fortuna di condividere la mia esperienza con Anna, collega ma soprattutto carissima amica: questo ha reso più facile l’essere pienamente me stessa e non aver paura di mostrare emozioni e sensazioni che stavo provando in quel momento. Il percorso si è sviluppato andando a scavare minuziosamente nel mio vissuto per poter portare allo scoperto tutte quelle capacità, potenzialità, certezze che ormai, per quanto ormai sono insite in me, davo per scontato e sottovalutavo: ma sono quelle che in realtà mi rendono IO in tutto e per tutto. Cambiare quindi il mio punto di vista su me stessa, su quello che so fare e come lo so fare, su come propormi agli altri, per poter essere attiva, proattiva e propositiva nei confronti della realtà e del futuro. Il lavoro su di me è ancora tanto da fare ma questa esperienza mi ha dato una bella scossa per guardarmi dentro e partire con nuove consapevolezze.