L’incontro

logo rubricaUna breve riflessione sul significato dell’incontro pensando a tutte le persone che nel corso di quest’anno abbiamo “incontrato” e con loro abbiamo percorso un breve tratto di strada. A queste persone vogliamo dedicare questi nostri pensieri, ispirati da una lettura, e augurare loro un sereno Natale e un nuovo anno ricco di vita.

Nella vita ci sono cose che chiudi in un cassetto, altre che restano lì e non hai voglia di guardarle o spostarle perché hai deciso che non vuoi sentirne il peso o la nostalgia. A volte lasciamo indietro cose che prima o poi ci raggiungono e magari ci offrono un conto da pagare come tutte le cose che lasciamo irrisolte. Ma a volte può succedere che dopo tanto tempo riapriamo quel cassetto e ci meravigliamo che quelle cose rinchiuse hanno mantenuto la loro fragranza, la loro magia, il loro senso più profondo. E poi ci sono cose che sono legate a incontri speciali, incontri che segnano la vita.

Ci sono incontri che scegliamo ma anche incontri che si fanno casualmente “per strada” e magari in quest’ultimi non ci si ferma mai abbastanza, ma poi ci sono incontri in luoghi specifici e speciali così come gli incontri dentro di noi e in tutti questi incontri possiamo scoprire quanto noi siamo disposti nei confronti della vita. E poi durante un incontro può capitare che una persona che ti ha chiesto aiuto ti regali una frase come questa: “Essere vivi significa tessere una storia tra un principio di cui non si ha memoria e una fine che non si conosce”, sono questi gli incontri dove impariamo la gratitudine.