Rivaluta il tuo CV e certifica le tue competenze informatiche

logo ecdlNelle sedi del Centro di formazione professionale (CFP-OCST) e di ENAIP Svizzera, la patente europea per l’utilizzo del Computer.
Intervista a Flavio Poggi, Docente Microsoft e Amministratore Test Center ECDL per CFP-OCST ed ENAIP Svizzera. Già a partire da settembre 2000, l’Associazione ENAIP Svizzera possiede l’abilitazione, come Test Center, a sostenere gli esami della patente europea d’informatica. Dal 2000 ad oggi, l’ENAIP, nelle sue diverse sedi (Zurigo, Lucerna e Lugano dove dallo scorso anno è stato riattivato un Test Center presso il CFP-OCST), ha certificato più di 200 corsisti, dopo aver frequentato corsi di preparazione o come privatisti. Abbiamo chiesto a Flavio Poggi, qualche chiarimento in merito.
Che cos’è l’European Computer Driving Licence?
Con l’ECDL (European Computer Driving Licence – Patente Europea del Computer) si ottiene un certificato riconosciuto a livello internazionale d’idoneità, che facilita notevolmente la carriera professionale e dà vantaggio nella ricerca del posto di lavoro. Il certificato conferma che si è in possesso delle capacità basilari per operare al computer, competenze oggi richieste in qualsiasi settore lavorativo moderno. L’ECDL è un’iniziativa della Council of European Professional Informatics Society (CEPIS) in collaborazione con l’Unione Europea (EU). L’attività è sostenuta su scala internazionale dall’ECDL Foundation, in Svizzera dalla SI (Schweizerische Informatiker Gesellschaft – Società Svizzera degli Informatici) e in Italia dall’AICA (Associazione Italiana per l’Informatica ed il Calcolo Automatico).
Perché CFP-OCST ed ENAIP optano per l’ECDL?
È evidente dunque, che a livello europeo si sta mirando a un’uniformità e standardizzazione per verificare le capacità tecniche-informatiche di base degli utenti interessati al settore, ed è in questo contesto che si colloca il certificato ECDL. Le associazioni CFP-OCST ed ENAIP, che da anni si occupano di formazione e riqualifica in campo informatico, si sono orientate verso questo certificato proprio per la sua valenza europea e internazionale oltre che per il suo concetto di modularità nello studio e nella preparazione degli esami.
A chi è utile il certificato ECDL?
Il certificato ECDL si rivolge a tutti coloro che lavorano con un computer e che vogliono utilizzarlo con efficienza. La certificazione è stata studiata per persone di tutti i settori e di tutte le età. Sempre di più si legge nei Curriculum Vitae la propria competenza nell’utilizzo dei mezzi informatici, ma raramente si è in possesso di una certificazione valida. Proprio per questo motivo chi è alla ricerca di una nuova sfida professionale oppure vuole «certificare» le sue attuali competenze, si indirizza verso questa certificazione.
Come sono impostati gli esami?
Sono oggetto d’esame sette moduli, uno teorico e sei pratici. Gli esami relativi ai singoli moduli possono essere sostenuti presso uno qualsiasi dei centri d’esame ECDL autorizzati in Europa (tra i quali CFP-OCST ed ENAIP), in qualsiasi libera successione e in date diverse. Ogni esame è registrato su una apposita tessera (Skills Card) e se si superano i sette esami nell’arco di tre anni viene rilasciato il certificato europeo d’informatica Standard. Oppure, si può ottenere il certificato ridotto, chiamato ECDL Base, al superamento di quattro esami qualsiasi sui sette proposti.
Ci sono esami anche in lingua italiana?
Certamente, gli esami di base per ottenere la certificazione ECDL Base sono stati tradotti nelle principali lingue europee, mentre per la certificazione ECDL Advanced sono unicamente in inglese, tedesco e francese.
Per quanto riguarda il sistema operativo e versioni dei programmi quali sono disponibili?
Qui invece è più semplice, dal momento che il programma d’esame si basa sul computer in uso, possiamo avere una qualsiasi versione sia del sistema operativo che del programma applicativo
Quali conoscenze informatiche sono richieste prima di affrontare gli esami?
Sono necessarie conoscenze fondate dell’uso del computer e di software applicativi tra quelli generalmente usati negli uffici o nelle scuole, per sostenere direttamente gli esami o per frequentare un corso di preparazione agli esami ECDL, dove il corso è specificatamente mirato al superamento degli esami proposti.
Oltre alle certificazioni questa piattaforma offre altro?
Certo, vi è la possibilità per le aziende di creare una verifica delle competenze personalizzata alle loro necessità. Possiamo organizzare un esame personalizzato (staccato dalla certificazione ECDL) che contenga qualsiasi tematica l’azienda voglia verificare. È uno strumento molto valido per la valutazione di candidati in base ai requisiti richiesti da una determinata posizione, oppure come riqualifica mirata delle proprie risorse.
Che importanza riveste il settore informatico per CFP-OCST ed ENAIP?
La nostra peculiarità è sempre stata quella di occuparsi del settore della formazione professionale, quindi a maggior ragione, in considerazione anche della grande richiesta da parte del pubblico, seguiamo con attenzione lo sviluppo del settore informatico in tutti i suoi aspetti come ad esempio quelli relativi ai requisiti necessari per iscriversi agli esami per l’ottenimento degli attestati professionali federali (APF). CFP-OCST ed ENAIP propongono la loro offerta formativa a partire da corsi di introduzione all’informatica, di Web Creator e per l’uso dei principali applicativi del pacchetto Microsoft Office.

Corso Web Creator

puzzle 2lingueIl corso permette di conoscere l’architettura, i servizi, i protocolli di Internet, i principi del marketing, della comunicazione per Internet e gli aspetti legali. Il partecipante sarà in grado di comprendere, analizzare, progettare, realizzare e monitorare il processo di realizzazione
intervenendo e interagendo in ogni fase con i partner di progetto e di progettare, realizzare, aggiornare, provvedere alla manutenzione e promuovere un sito conformemente agli standard del w3c utilizzando tecnologie, applicazioni e linguaggi rilevanti per Internet.

Saprà riconoscere i fattori critici di successo per la realizzazione di un sito definendone contenuti/servizi, struttura ed elementi di comunicazione visiva.
Saranno inoltre forniti gli strumenti per sviluppare ed utilizzare abilità comunicative, relazionali e organizzative, funzionali al lavoro di gruppo e alla presentazione e discussione del progetto.
Il corso è in calendario dal 7 marzo 2017 a Lugano e si terrà tutti i martedì e giovedì dalle 18.00 alle 22:00 per una durata complessiva di 220 ore.
Il costo del corso è di Fr. 2’500.00 per i soci OCST e Fr. 2’700.00 per i non associati.

Corso Praticanti muratori (Art. 33 LFPr) - Un'opportunità

Francis Blouin - La formazione professionale è compito comune della Confederazione svizzera, dei cantoni e delle organizzazioni del mondo del lavoro come parti sociali e associazioni professionali. In questo quadro, il Centro di Formazione Professionale di Gordola (CFP) della Società Svizzera degli Impresari Costruttori (SSIC) in collaborazione con il CFP dell’Organizzazione Cristiano-Sociale ticinese (CFP-OCST) organizza da oltre 30 anni il corso “Praticanti muratori”.

L’obiettivo del corso, costituito da lezioni teoriche e pratiche, mira alla preparazione agli Esami di fine tirocinio (EFT) per l’ottenimento dell’Attestato federale di capacità (AFC), categoria Q, quale muratore ai sensi dell’articolo 33 della Legge federale sulla formazione professionale (LFPr). Questo attestato federale rappresenta il primo tassello per la successiva formazione superiore nel ramo dell’edilizia permettendo l’accesso alla formazione di Capo squadra, Capo muratore, Tecnico diplomato in assistenza edile o d’Impresario costruttore diplomato federale.

I contenuti del corso proposto rispondono quindi alla complessità e ai numerosi requisiti odierni della professione in riferimento al Contratto nazionale mantello (CNM). Oltre ai lavori pratici svolti in laboratorio sotto la supervisione degli istruttori, il programma include corsi teorici di cultura generale, di conoscenze professionali, di disegno e lettura piani, di calcolo professionale, di conoscenza dei materiali e delle costruzioni e di sicurezza sul lavoro.

Il corso è concepito per lavoratori maggiorenni con esperienza, svizzeri o stranieri (domiciliati o frontalieri) che non possiedono una qualifica professionale, che desiderano acquisire un primo titolo riconosciuto a livello nazionale.

Condizioni d’ammissione

- I candidati devono esercitare la loro attività quale muratore in Svizzera, su un cantiere edile o del genio civile, da almeno 1 anno al momento dell’iscrizione;

- Dimostrare un attività in qualità di praticante muratore per un periodo minimo di 5 anni alla data dell’esame (l’anno di frequenza al corso viene tenuto in considerazione quale attività pratica, se attivo professionalmente. Il periodo di attività deve essere attestato (data inizio e fine attività) dal/i datore/i di lavoro);

- Buona conoscenza della lingua italiana parlata e scritta.

Tenuta del corso

43 giornate: dal 09 gennaio al 25 novembre 2017;

29 sabati e 14 giorni infrasettimanali, di cui 8 per le attività pratiche, settimana piena dal 09 al 13 gennaio per un totale di 344 ore di insegnamento.

Orario delle lezioni

Sabato: 08.00 -11.15 / 12.15-15.30

Luogo del corso principale: Centro formazione professionale SSIC-TI di Gordola

Luogo del corso in appoggio: Centro formazione professionale OCST di Lugano

Esercizio pratico in laboratorio. CFP Gordola

Termine d’iscrizione

16 dicembre 2016

 

Tassa di partecipazione

Fr. 1’650.- per soci SSIC-TI e sottoposti al CCL-TI / Edilizia e Genio civile (rimborso parziale agli associati OCST);

Fr. 5'000.- per altri corsisti e/o domiciliati fuori cantone.

N.B.: Nella tassa sono compresi la documentazione e il pranzo servito alla mensa.

Prestazioni Fondo Formazione Professionale (FFP-CPC)

Per ditte/lavoratori firmatari del CCL-TI / E e GC, prestazioni secondo Regolamento art. 23.

- Riduzione della tassa come già esposta;

- Indennità perdita di guadagno (IPG);

- Rimborso spese pranzo;

Soltanto per i giorni infrasettimanali e secondo le presenze effettive.

 

Per ulteriori informazioni

Arch. Francis Blouin

Responsabile corsi formazione continua

Centro formazione professionale SSIC-TI

Via S. Maria 27 – Gordola

Casella postale 160

6598 Tenero

Tel. +41 91 735 23 40

Fax +41 91 745 47 03

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

www.ssic-ti.ch/formazione 

 

Formarsi nel settore della contabilità

foto contabilitTenere la contabilità significa scrivere la storia economica di una ditta secondo una tecnica specifica convenzionale e che permetta agli amministratori della ditta di avere una visione complessiva dello stato dell'azienda.

Il primo passo che permette a una persona senza esperienza lavorativa nel settore della contabilità di accedere al mercato del lavoro in questo settore può essere certamente quello di frequentare un corso che porti al certificato cantonale di contabilità, diploma riconosciuto e spendibile sul mercato del lavoro.

I nostri corsi si articolano su un percorso di tre livelli: il corso base, il corso avanzato e il corso di preparazione al certificato cantonale di contabilità. Questi corsi hanno lo scopo di introdurre e approfondire le competenze nel settore della contabilità finalizzandole alla professione di aiuto contabile.

Oltre alle nozioni contabili, i partecipanti dovranno acquisire una certa conoscenza della terminologia specifica e acquisire una buona rapidità nelle registrazioni con software contabili.

Alla fine del corso di preparazione al certificato cantonale di contabilità e a superamento dell’esame cantonale i partecipanti saranno in grado di chiudere la contabilità di una PMI (piccola media impresa)

Parallelamente a queste formazioni è possibile seguire il corso di contabilità Banana; il partecipante apprenderà la gestione della contabilità a partita doppia con l’ausilio di un applicativo contabile. Il corso presenterà diversi temi di base riguardanti l’applicativo medesimo e ne spiegherà la struttura, i comandi e le funzioni di configurazione. Si procederà quindi con la registrazione e la visualizzazione di un vero e proprio esercizio contabile con Banana.

SEDE DI LUGANO

- corso di preparazione al certificato cantonale di contabilità dal 21 novembre 2016

- corso base da gennaio 2017

- corso banana dal 13 febbraio 2017

- corso avanzato da marzo 2017

SEDE DI MENDRISIO

- corso di preparazione al certificato cantonale di contabilità dal 23 novembre 2016

- corso base dal 29 novembre 2016

- corso avanzato da gennaio 2017

Una piccola storia…..

logo rubricaUna piccola storia…..tratta dal libro Effetto Porcospino, di Manfred F.R. Kets de Vries, FS edizioni, Milano 2012.

 

Un gruppo di rane stava saltellando allegramente attraverso una palude, come fanno abitualmente le rane, quando due di loro caddero in un buco profondo. Le altre rane si fecero attorno per vedere cosa potevano fare per i loro amici. Quando videro quanto era profondo il buco, rinunciarono. Dissero alle due povere rane che dovevano abbandonare ogni speranza e prepararsi a morire. Non volendo accettare il loro destino, le due rane cercarono di saltare fuori dal buco con tutte le loro forze. Le altre dalla palude continuavano a rimproverarli, insistendo che la loro situazione era senza speranza e che il meglio che potessero fare era risparmiare energia e aspettare pazientemente di morire. Non esitarono ad aggiungere che non si sarebbero trovate in questa situazione se fossero state più attente e se avessero ascoltato i più anziani. Ma le due rane continuarono a saltare il più in alto possibile. Gradualmente, la stanchezza cresceva. Alla fine, una delle due ascoltò le parole degli amici. Esausta e scoraggiata, accettò il suo destino con tranquillità, si sdraiò sul fondo del buco e morì mentre gli altri la guardavano addolorati. L’altra rana invece fu più ostinata. Continuò a saltare con ogni grammo della sua energia, anche se il suo corpo era distrutto dal dolore. Ancora una volta, la folla delle rane da sopra il buco le gridava di smettere con quelle assurdità, di accettare il suo destino e morire. Imperterrita, la rana saltava sempre più in alto, finché, meraviglia delle meraviglie, balzò così in alto che uscì dal buco. Stupefatte, le altre rane festeggiarono il suo miracoloso ritorno alla libertà, raccogliendosi attorno a lei, le chiesero “Perché hai continuato a saltare quando ti abbiamo detto di rinunciare?”.

La povera rana li guardò attonita. “Ma, amici miei,” disse, “io sono sorda. A quella distanza non potevo leggere le vostre labbra. Quando vi ho visti fare segni e urlare, ho pensato che steste incoraggiando a non arrendermi. Questo è il motivo per cui ho continuato a provare”.

Come illustra questa storia, avere dalla propria parte i compagni di squadra può fare la differenza e il loro appoggio può stimolare ad andare oltre le aspettative.